HOME Condividi su Facebook1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 200820092011

Giovedì 17 febbraio 2011

Segui il festival in diretta su festivaldisanremo.com

Sanremo in Tempo Reale

Ore 1.29. Due anni fa Al Bano e Sal Da Vinci buttarono fuori Zanicchi, Tricarico e i coniugi Di Battista. Quest'anno l'asse Napoli-Cellino fa il bis: «Bastardo» e «Amanda è libera» tornano in gara. Rimandato l'appuntamento festivaliero con Morgan e i Marta sui tubi, attesi a un duetto che non ci sarà con Oxa e Pravo.

Ore 01.07. E Gianni Morandi ci manda tutti a letto cantando una versione soporifera di «Fratelli d'Italia (Canto degli Italiani)». Fine delle trasmissioni. Stasera la finale dei Giovani e i duetti degli Artisti, due dei quali raggiungeranno Anna Oxa e Patty Pravo sulla strada di casa.

Ore 1.03. Eliminate Patty Pravo e Anna Oxa, rientrano in gara Al Bano e Anna Tatangelo. Sembrava scontato fino dal primo istante: al gioco del televoto la differenza di peso era abissale a prima vista.

Ore 0.52. Qui a Festivaldisanremo.com abbiamo fatto quello che non avremmo mai pensato di fare: abbiamo votato per Anna Tatangelo.

Ore 0.51. Ci scrive Simone: l'acuto di Al Bano uccide gli alieni di Mars Attacks! Anna Oxa, attenta!

Ore 0.47. Morandi è l'ultimo uomo che si scusa per dire «casino» in televisione.

Ore 22.23. Chi manda un sms riceve un messaggio che gli dice di andare a controllare i regolamento sul sito sanremo.rai.it; peccato che il sito del festival sia www.sanremo.rai.it
L'anno scorso fecero di peggio, mandarono a sanremo.rai.tv

Ore 0.33. Le tarme stanno mangiando un ritratto di Dorian Gray conservato in una cantina di Monghidoro: a Morandi gli si sta alzando anche la cintura dei pantaloni, ormai 15 centimetri sopra l'ombelico, modello gara di goriziana di domenica mattina.

Ore 0.27. Passano Micaela dalla Calabria e Roberto Amadè da Vercelli, vanno a casa Marco Menichini e i BTWins. Non riesce l'impresa storica di avere tre act marchigiani su quattro in finale.

Ore 0.22. In sala stampa si teme che il pubblico di Al Bano, vistolo portare a casa il trofeo con i due greci, vada già a letto contento lasciandolo senza il suo zoccolo duro di telefoni fissi.

Ore 0.16. Il Bel Paese dell'orafo di Crotone a casa di Al Bano, siamo certi, starà benissimo.

Ore 0.19. Nooooo il balletto nooooo l'argentina a ginocchioni nooooo (chiediamo scusa ai lettori, è tardi)

Ore 0.11. In ultima fila, ci metteremmo Marco Menichini di Sezze (Latina). Nota un visitatore che negli ultimi tempi di Baudo (2007, 2008) la metà dei "Giovani" era di Roma, e quest'anno di capitolini ce ne è nemmeno uno.

Ore 0.07. I BTwins l'anno scorso sfiorarono l'ammissione al Festival con una canzoncina che parlava del 2010, della fine del mondo, dei Maya, di Giacobbo, della gente che ci crede e perde la fede, ma semmai sarà, restare abbracciati. Furono preferiti i Broken Heart College con la cover di "T'appartengo".

Ore 0.01. Giuseppe Di Stefano dei BTwins è il secondo Giuseppe Di Stefano della storia del Festival di Sanremo. Il primo fu il tenore d'opera che dalla Scala provò il crossover in largo anticipo sulle mode e non raggiunse la finale nel 1966. E'il solo caso di uomini omonimi nella storia del Festival, che conosce già due Antonella Ruggiero.

Ore 23.57. Al momento non è stato possibile adottare strumenti tecnici atti a prevenire l'eventuale abuso del televoto da parte di call center e operatori specializzati. Non è stato quindi possibile neppure scegliere di rinunciare agli spiccioli del televoto, quindi (ma non era uno strumento tecnico, quindi la frase è corretta)

Ore 23.56. Ma Roberto Amadè, come Valerio Scanu non ti asciughi i capelli quando fai la doccia.

Ore 23.52. Sei canzoni sei dei Giovani e non c'è nulla all'altezza dei Pincapallina, di Moltheni, di Tiromancino e Riccardo Sinigallia 2000, di Francesca Chiara, di Alex Britti e Max Gazzè 1999, di Arisa. Roberto Amadè sa fare tante cose, ma poi arriva a Sanremo e copia i Negramaro come tutti.

Ore 23.49. Al confronto di Micaela, nel 2001 Jessica Morlacchi dei Gazosa era Janis Joplin.

Ore 23.46. Micaela non ha 19 anni, ne ha 17. Anche Morandi ha preso il vizio di aggiungere gli anni alle ragazzine. «Sei un po'emozionata, Micaela?» «Grazie al fischio, Gianni, Benigni non finiva mai».

Ore 23.45. Adesso la minorenne Micaela canta la sua canzoncina e non riesce nemmeno a salire sul palco quando le dicono che va a casa.

Ore 23.42. Sappiamo di andare contro tendenza, ma Toto Cutugno che entra in scena a sorpresa vale tutto Benigni. Luca e Paolo che leggono Antonio Gramsci alle 23.43, invece, fanno passare l'ultimo brivido di paura alla minorenne Micaela, invecchiata di dieci anni negli ultimi 45 minuti.

Ore 23.35. Toto Cutugno, a sorpresa, entra ad accompagnare Tricarico a cantare l'Italiano. L'emozione dell'ingresso di Cutugno e dei nuovi italiani è il momento più bello della serata. E dietro le quinte, Micaela tira un sospiro di sollievo: ce la farà.

Ore 23.32.

Ridateci Mal

Ore 23.28. Parlami d'amore Mariù fu già una dignitosissima cover di Mal dei Primitives nel 1975, appena prima di Furia cavallo del West. E poteva bastare.

Ore 23.26. 34 minuti per fare cantare Micaela nel rispetto della legge 977 del 17 ottobre 1967 sulla tutela del lavoro dei bambini e degli adolescenti (nella formulazione originaria "dei fanciulli")

Ore 23.13. C'era una serata impegnativa (oggi) e una serata più tranquilla (ieri): la minorenne è stata messa in scaletta oggi, come fu Jessica Brando nel 2010, in coda a tutti i superospiti italiani, quando la sera prima era filata liscia come l'olio. Perseverare diabolicum est, ma non disperiamo, ci sono ancora 48 minuti.

Ore 23.08. Ancora 52 minuti per la minorenne Micaela: e prima ci sono i La Crus con Parlami d'amore Mariù e Tricarico con L'Italiano. La minorenne Micaela deve esibirsi prima di mezzanotte. E' andata a Domenica In, ha sognato questo momento per una vita e ora sta soffrendo.

Ore 23.02. La minorenne Micaela trema dietro le quinte: a mezzanotte il palco di Sanremo tornerà ad essere una zucca e l'orchestra tornerà ad essere fatta di topolini, come per Jessica Brando l'anno scorso.

Ore 22.55. Dopo questa sera, i calciatori canteranno finalmente «stringiamci a coorte» (uniamoci a guisa di formazione militare romana) e non «stringiamoci a corte» (abbracciamoci nell'aia) [assist di Silvana]

Ore 22.40.
In esclusiva su Festivaldisanremo.com, Aurelio Fierro entra al Casino di Sanremo a cavallo, dal Radiocorriere TV 1962.

Ore 22.28. Roberto Benigni entra a cavallo all'Ariston. Solo Aurelio Fierro l'aveva fatto al Casinò nel 1962, ma si era fermato sulla porta del salone delle feste. Dall'84 all'89 il Festival era sponsorizzato dal Totip, ma nessuno aveva mai osato tanto.

Ore 22.23. Con tutto il rispetto per Goffredo Mameli e Michele Novaro, noi di Festivaldisanremo.com vorremmo da sempre che questa 'O surdato innamorato diventasse l'inno nazionale.

Ore 22.15. Mamma mia com'è cambiato Mauro Repetto.

Ore 22.13.

Ore 22.09. "Here's to you" si chiamò "La ballata di Sacco e Vanzetti" e in Italiano la cantò Gianni Morandi con il titolo di "Ho visto un film".

Ore 21.59. Addio Mia Bella addio, canzone del 1848. Ma alloraa anche La bella Gigogin, o Qui comando io, e questa è casa mia. E il canto dei sommergibili non ci piaceva? E il Piave mormorava calmo e placido al passaggio dei primi fanti il 24 maggio? E VolaColombaBiancaVola?

Ore 21.56. In sala stampa stanno smontando il palco con i fiori tricolori e distribuiscono agli astanti mazzi di garofani rossi ancora decentissimi. In 5 minuti, il roof dell'Ariston sembra un congresso del PSI degli anni Ottanta. Manca solo la piramide di Panseca.

Ore 21.51. Dopo la spazzolata del Cielo in Una Stanza, Nathalie propone Il mio canto libero con tanto di boschi di braccia tese su cui planare sullo sfondo. I ministri in prima fila applaudono a scena aperte.

Ore 21.47. Battiato ha diretto l'orchestra più o meno come Mauro Repetto ballava, solo più ieratico (assist di Valerio)

Ore 21.43. Nell'applausometro della Sala Stampa, pronto ad esplodere per 'O Surdato innamorato, 1° Luca Madonia 2ª Anna Tatangelo.

Ore 21.37. Il momento che tutti aspettavamo: Luca Madonia, diretto da Franco Battiato, vince il festival 1966 con 45 anni di ritardo. Emozioni, del tutto personali.

Ore 21.34. Il parrucchiere di Patty Pravo vince il Festival della Canzone per Parrucchieri, in ogni caso. E' che l'interprete è appena di nove anni più giovane della canzone.

Ore 21.26. Di Gianni Bella avremmo preferito ascoltare Toc toc, No, Questo Amore non si tocca o, per stare in tema patriottico, Dolce Uragano (Le mutande tricolori...) (si ringrazia Valerio per l'assist)

Ore 21.22. Fosse per quello che si è sentito nella parte patriottica della serata, Anna Oxa sarebbe un paio di lunghezze davanti ad Al Bano, favorito per passare il turno a colpi di SMS da telefono fisso.

Ore 21.14. Sul braccio di Anna Oxa c'è un tatuaggio con un serpente avvinghiato a un pugnale che si muove. Se diceva "Avada Kedavra" morivamo in oltre dieci milioni.

Ore 21.11. Anna Oxa è stata trafugata qualche giorno fa in un museo del Cairo.

Ore 21.08. Qualche giovane fidanzata dello stivale sta pensando di vestirsi come Anna Tatangelo poc'anzi nel giorno più bello della sua vita? Qualche mamma dello stivale sta pensando di festire la figlioletta come un meringone?

Ore 21.03. Pizza Spaghetti Mafia Mandolino. E Mamma (Mamma lo sai chi c'è, è arrivato il merendero, cit.)

Ore 20.58. Davide Van De Sfroos canta la seconda canzone di De Gregori mai eseguita al Festival di Sanremo. La prima fu «Mariù», cantata da Morandi nel 1980. Un fondo di cassetto.

Ore 20.57. L'opera dell'orafo Affidato di Crotone è imperdibile. Sembra un BelPaese Galbani, e certi cantanti canteranno male per non doverla mettere in salotto.

Ore 20.52. Luca e Paolo omaggiano Giorgio Gaber, che debuttava a Sanremo giusto 50 anni fa, con «Benzina e Cerini», non riuscendo a raggiungere la finale. Oggi a non passare il turno sono Anansi e Gabriella Ferrone.

Ore 20.47. In finale di serata, ripescaggi: Al Bano, Anna Oxa, Patty Pravo e Anna Tatangelo si giocano gli ultimi due posti disponibili nella serata di domani. Per Al Bano è la seconda volta, già nel 2009 fu ripescato con Sal Da Vinci ai danni di Tricarico, della Zanicchi e di Nicky Nicolai e i suoi jazzisti.

Ore 20.43. La serata dedicata al 150° dell'Unità d'Italia comincia con una marcetta dedicata all'eroe nazionale Svizzero. Ok, non siamo pignoli da subito.

leggi... Back / Top

Chi va all'Eurovision Song Contest?

Avvertenze

Festivaldisanremo.com non è il sito ufficiale della manifestazione, è in linea dal 29 ottobre 1998 e non è affiliato in alcun modo nè alla Rai nè al Comune di Sanremo

Visita il sito ufficiale »

«Se Sanremo non ci sarebbe, lo rimpiangereste»

(Fabrizio Del Noce, ex direttore di Rai Uno, in occasione del Sanremo 2009)