Home Page
Il Regolamento
Lun 21 - Mar 22 -mer 23
Gio 24 - Ven 25 - Sab 26





La Classifica

1
Piccola Orchestra Avion Travel
Sentimento


2
Irene Grandi
La tua ragazza sempre


3
Gianni Morandi
Innamorato


4
Max Gazzè
Il timido ubriaco


5
Samuele Bersani
Replay


6
Gerardina Trovato
Gechi e Vampiri


7
Carmen Consoli
In bianco e nero


8
Matia Bazar
Brivido Caldo


9
Alice
Il Giorno dell'indipendenza


10
Gigi D'Alessio
Non dirgli mai


11
Subsonica
Tutti i miei sbagli


12
Spagna
Con il tuo nome (*)


13
Mietta
Fare l'amore


14
Amedeo Minghi e
Mariella Nava
Futuro Come te


15
Marco Masini
Raccontami di te


16
Umberto Tozzi
Un'altra vita

(*)=in preparazione





FestivaldiSanremo.com - Sanremo 2000
Ascolta Online
Fuori Target

Testo della canzone
Scrivici

Matia
Bazar
3° posto provvisorio
Sezione Campioni

Brivido Caldo
(Cassano - Golzi)

Al loro ottavo Sanremo con questo nome, i Matia Bazar propongono un ballabile tango che riecheggia in soli quattro minuti le atmosfere di Vacanze Romane, l'inciso di Un uomo da bruciare di Renato Zero e la misconosciuta Diamanti i tal Diana Est (Festivalbar 1984). E per ora sono terzi.

Altra formazione e altro festival per il complessino ligure
Come il Bond di George Lazenby

Un gruppo chiamato Matia Bazar a Sanremo c'è stato diverse volte in diverse formazioni. Debutto nel 1977, vittoria nel 1978 con Piero Cassano a fare il leader, e con lui Marrale, Stellita, la Ruggiero a cantare e Giancarlo Golzi a suonare la Batteria.

Poi nell'81 Piero Cassano lascia il gruppo, chi resta si converte al techno pop retrò. Cassano va a Sanremo nel 1982 nel gruppo degli eliminabili, e difatti è eliminato.

Nell'83 i Matia Bazar tirano fuori dal cappello Vacanze Romane e si piazzano quarti, permettendosi il lusso di arrivare davanti a Cutugno che canta l'Italiano. Ma nell'84 è Cassano che torna in testa da dietro le quinte. Si inventa infatti un ragazzino dagli occhi nocciolini e dai riccetti, vestito coatto e con l'espressione da duro. Vincerà, e farà strada anche quando smetterà di fare il Pasoliniano.

Nell'86 i Matia Bazar vanno forte in discoteca con un pezzo che si chiama Ti sento, Cassano scrive Adesso Tu per Ramazzotti e si becca la seconda vittoria da autore al festival.

Nell'88 ultima esibizione dei Matia Bazar a Sanremo con la Ruggiero. si chiama La prima stella della sera ed è irricordabile. Nel 1992 e 1993 cambia la cantante, si chiama Laura Valente, è brava ma nei Matia Bazar sembra George Lazenby a fare 007 dopo Connery. Passano inosservai anche se nel 93 arrivano quarti, a un passettino dal podio.

Nel 1994 Carlo Marrale detto Bimbo prova da solo con l'ascensore. Il pezzo è simpatico, lui ha sempre il tenero sorriso da pesciolone di sempre, ma resta al palo. Più fortuna ha l'ultima della formazione originaria a tentare la ribalta dell'Ariston: è Antonella Ruggiero che si becca due secondi posti di fila a fine Novecento e annuncia che con Sanremo ha chiuso.

Anno duemila, e il titolo Matia Bazar torna in gara. Se l'è ricomprato Piero Cassano, c'è una nuova cantante che si chiama Silvia Mezzanotte, un nuovo polistrumentista che si chiama Fabio Perversie Giancarlo Golzi, quello che c'è stato sempre, che suona sempre la batteria.

Non gli daresti due lire: due babbioni, un polistrumenista che sembra Salvatore Marino e la cantante brava, ma ormai troppo poco sexy per le balere e troppo poco conosciuta per il festival. Se questi sono i Matia Bazar, allora i Figli di Bubba nell'88 - Con Di Cioccio e Pagani - erano la PFM.

Ma loro vanno avanti e dopp la prima giornata si piazzano terzi - vi rendete conto terzi - in memoria di Stellita, che un male se l'è portato via un paio d'anni fa. Ed è per lui che cantano Brivido Caldo.

Brivido Caldo
(Cassano - Golzi)


Attraversata da un brivido caldo per sogni folli più grandi di me, vivendo mille emozioni in contrasto riparto da te.

Tra mille note di vita raccolte e gli orizzonti che non vedo più confusamente tra immagini stanche riaffiori anche tu.

Sai, ti penso tanto, lo sai, ti penso tanto...e di più.
Ti ho aspettato tanto, sai, ti penso tanto.

Viaggia la mente nei ricordi miei, viaggia avvolta nella nostalgia di te, resta la dolce tenerezza che lascia il tempo che si ferma in te.

Occhi per orizzonti nei tramonti che vorrei, mani che si stringono su cuori stanchi e fragili, tempo che non invecchia, una fotografia, da allora resta il vuoto dentro.

In quelle nebbie disperse dal vento tra labirinti di cristalli blu appare il viso di chi se ne è andato e non torna più.

Sai, ti penso tanto...lo sai, ti sento tanto...

Viaggia la mente nei ricordi miei, viaggia, viaggia, avvolta nella nostalgia di te come la luce di un diamante pazzo che resta per sempre, per sempre dentro gli occhi, negli orizzonti e nei tramonti che vorrei, tempo che non invecchia, una fotografia, da sempre storie...di gente uguale a noi.

Ed. Warner Chappell Music Italiana / Unalira edizioni musicali
Testo Pubblicato su Sorrisi e Canzoni TV


Molto sinteticamente: lui non c'è più, e lei è restata sola.

Come Demi Moore in Ghost, prova a cercare il suo fantasma, e si crogiuola nei ricordi.

Non c'è Whoopi Goldberg che ti possa aiutare, e così ci si abbandona a una malinconica e struggente nostalgia, cercando anche aiuti allucinogeni (cosa saranno mai i cristalli blu?).

C'è mica da scherzarci su, il tema è avrebbe anche un suo spessore. Peccato che sia il solito stile piatto e senza picchi dei Matia Bazar, che fanno duecento parole di testo solo per fare cantare alla nuova cantante "Saiiiiiiiiiiiii", con la I lunga come faceva la Ruggiero.





©2000 Festivaldisanremo.com - WondersNeverCease
wnc@festivaldisanremo.com




La Classifica

1
Jenny B.
Semplice sai
la scheda

2
Tiromancino
e Riccardo Sinigallia
Strade

3
Luna
Cronaca
la scheda

4
Andrea Mirò
La canzone del perdono

5
Davide De Marinis
Chiedi quello che vuoi
la scheda

6
Padre Alfonso Maria Parente
Che Giorno Sarà
la scheda

7
Lithium
Noel

8
Enrico Sognato
E io ci penso ancora

9
Marjorie Biondo
Le margherite

10
Erredieffe
Ognuno per sè

11
Claudio Fiori
Fai la tua vita

12
B.A.U.
Ogni ora

13
Fabrizio Moro
Un giorno senza fine

14
Joe Barbieri
Non ci piove

15
Alessio Bonomo
La croce

16
Laura Falcinelli
Uomo davvero

17
Moltheni
Nutriente

18
Andrea Mazzacavallo
Nord-est





Partecipazioni dei Matia Bazar al Festival di Sanremo

1977
Ma perchè
(Stellita, Cassano, Marrale)
piazzamento:
4° classificati

1978
...E dirsi ciao
(Ruggiero, Marrale, Cassano, Stellita, Golzi)
piazzamento:
1°classificati

1983
Vacanze Romane
(Marrale-Golzi)
piazzamento:
4° classificati

1985
Souvenir
(Stellita, Marrale, Cossu)
piazzamento:
10° Classificati

1988
La prima stella della sera
(Stellita, Cossu, Marrale)
piazzamento:
19° Classificati

1992
Piccoli Giganti
(Stellita, Cossu, Marrale, Lavalente)
piazzamento:
19° Classificati

1993
Dedicato a te
(Stellita)
piazzamento:
19° Classificati
Matia Bazar
la Scheda

La formazione del 2000:
Piero Cassano
nato a Genova
l'13 settembre 1948

Giancarlo Golzi
nato a Sanremo (IM)
il10 febbraio 1952

Fabio Perversi
nato a Miano
il22 settembre 1970

Silvia Mezzanotte
nata a Bologna
il 22 aprile 1967

lo sapevate che...?


Cassano, Stellita e Marrale avevano partecipato al festival di Sanremo già nel 1973 con il nome di Jet, e la canzone Anaka-na-o. Sfrombolati via in prima serata.
Nella foto, il leader Piero Cassano negli anni del grande successo
Fuori Target

Chi Siamo

Radio Città 103 Bologna

info@fuoritarget.com
Links

Il sito ufficiale del festival

La RAI

Il Comune di Sanremo

Disclaimer
Tutto il materiale di questo sito è di proprietà dei rispettivi autori.
Festivaldisanremo.com è un sito non ufficiale, non a scopo di lucro e non associato alla manifestazione nè alla RAI in alcun modo. Festivaldisanremo.com trasmette da un server che si trova in California, USA, ed è soggetto alle leggi dello stato di California, USA.