Festivaldisanremo.com - Il sito Indipendente sul Festival di Sanremo dal 1998 - VII edizione - Sanremo 2005
Il Regolamento
della 55ª edizione

Le 5 Categorie
del Festival 2005

  • Martedì 1
    Marzo 2005
  • Prima serata:
    i dati d'ascolto
  • La diretta
  • Mercoledì 2
    Marzo 2005
  • Seconda serata:
    i dati d'ascolto
  • La diretta
  • Giovedì 3
    Marzo 2005
  • Terza serata:
    i dati d'ascolto
  • La diretta
  • Venerdì 4
    Marzo 2005
  • Quarta serata:
    i dati d'ascolto
  • La diretta
  • Sabato 5
    Marzo 2005
  • Serata Finale:
    i dati d'ascolto
  • La diretta
  • Albo d'oro e Classifiche

    Le 32 canzoni del 2005

    Un festival segno dei tempi

    E così, finisce che il Festival di Sanremo torna a farci la foto all'Italia.

    Sanremistica contemporanea.

    Dall'Angelo di Renga agli echi di infinito di Antonella Ruggiero e persino nei miracoli di Laura Bono e finanche nel mistero del Jazz Quartet, questo festival reca sottopelle i segni del tempo. Confrontatele con la navigazione a vista degli Avion Travel del 2000 o con i tramonti a nord est di Elisa. Con il carico di futuro delle canzoni del festival di 20 anni fa. Mettetelo a cofronto con le Camporelle del Festival 1976Ma è anche un festival che ospita Erri De Luca e Tiziano Terzani, che si prende la libertà di un minuto di silenzio conto l'assurdità di tutte le guerre, che concentra la preoccupazione per gli avvenimenti esterni e che si confonde SOLO su Cutugno Cotugno. Standing ovation per il presentatore.

    Ci sono ancora dei Festival di Sanremo attraverso cui, gara delle canzoni a parte, ci arrivano informazioni sul tempo passato. Questo è uno di questi. Gli si abbatte sopra un pezzo di storia. Doveva andare in modo diverso. Ma entra nella memoria storica di un paese, piaccia o no. E ci rende testimoni del tempo. Ce lo saremmo ricordati comunque, il Festival di Bonolis, il paraclito, come l'ha chiamato Edoardo Camurri. Anche solo per i duetti del venerdì.

    La storia di Sanremo è fatta così, di piccoli cambiamenti, brevi istituzionalizzazioni e, ogni tanto, grandi scossoni. Per quello che si vede fino all'inizio del Festival, appaiono confermati tanti modelli del gattobaudismo. Poi, appare chiaro che tanto è cambiato davvero. Alcune novità funzionano, altre no. Si cambia in corsa. Paolo Carta dopo il dito alzato all'inno nazionale è dovuto scappare all'estero.

    Alla fine funziona il pubblico sul palco, funziona il mix Festival dopofestival, anche se non siamo in URSS, si può parlare male delle canzoni, liberiamoci da questo tabù.

    Bonolis è un talento. Concentra in se stesso quarant'anni di commedia all'Italiana, studi classici e buone letture e una straordinaria capacità di improvvisazione. Tiene in mano qualsiasi situazione, mettendoci la faccia. Tutti i conduttori televisivi vorrebbero un gregario come Antonella Clerici. Giudizio sospeso per Federica Felini e Cristiba Chiabotto. Nel 2004 c'era Paola cortellesi, vabbè. Il tema è delicato, ma ameremmo vedere Bonolis,al di l' delle trattative di questi giorni, in un secondo Festival. Primo estratto sulla ruota di Roma, ieri sera, il 55.

    Gigi D'Alessio. La formula delle categorie ha impedito a Gigi D'Alessio di ricevere il premio che avrebbe meritato, probabilmente sarebbe salito sul podio di un Sanremo a girone unico. Non confeziona capolavori ma prodotti ben confezionati, di gusto globale. E' un professionista, offre anche al pubblico delle ragazzine e dei loro dipendenti un fumettone rosa con la Tatangelo e tutti gli Amici. Nell'esibizione finale inciampa, soffre, ma tiene il pezzo senza romper mai. Ha tenuto con grande professionalità il ruolo della lepre, dispiaciuto più che altro per i suoi fan, che scaricavano soldi credendo in lui, quando la gara era tutta da giocare.

    La gara. Le circostanze hanno reso confusa la gara col televoto. Che peccato poi, che ci sia questa consegna del silenzio dell'interprete, se no le giurie si sbilanciano. Chi pesta le righe viene ammonito.

    Renga, la compagna sul palco, il maestro di canto al pianoforte. Avremmo voluto il maestro Stanley Kubrick, fosse vivo, a dirigere una sua clip, con quel ghigno da shining che ha.

    La formula delle categorie protette, dicevamo, penalizza un D'Alessio ma porta alla vittoria Cutugno dopo venticinque anni. Con il contributo dell'impressionante Annalisa Minetti (terza statuetta per lei, come Iva Zanicchi: tra 2000 anni troveranno i dischi del Festival e penseranno che la Minetti sia stata una sorta di Mina).

    Peccato, che ormai eliminati dalla gara, non siano tornati a esibirsi gli eliminati.

    Povia: altra rivelazione piace a tutta l'Italia. Buono post-buonista, cita Sant'Agostino, tocca il cuore alle mamme, parla di bambini, la sua selezione è una sorta di premio.

    Calo di tensione dopo le sedici canzoni in duetto del venerdì sera. Il sabato sera è sembrato come l'ultima tappa del Giro d'Italia. Però non può essere che in giro per la rete e per la radio si sappiano i vincitori prima di sentirlo in TV. Scommettiamo che agli oscar non succede.

    I jolly. Eccezionale la serata del venerdì, con le reinterpretazioni. Purtroppo il sistema delle giurie favorisce la metatelevisione, ma ci siamo divertiti. Un'inversione di tendenza. Ne guadagna Antonella Ruggiero, che prende il distacco decisivo su Alexia.

    La musica. Le proposte dei big sono state infinitamente coraggiose. Una volta scelti, hanno portato spesso una canzone libera da logiche festivaliere. Nicky Nicolai arriva al Grande Pubblico, la paciosa Antonella Ruggiero ci regala un alto momento di musica con i chitarristi classici. 15 canzoni in finale ci sembrano sempre poche. Il cast è purtroppo una selezione solo parziale della musica leggera Italiana. Può migliorare.

    Le compilation. Sanremo 2005 batte SuperSanremo 2005 cinque a zero. Prime tre tracce: Renga, Nicolai e la Ruggiero. Prima giovane nell'ordine del CD: Laura Bono. Ohibò. Ma chissenefrega, va bene così.

    Alle giurie demoscopiche viene da sempre fatto assegnare un punteggio dall'uno al dieci ai cantanti, nel e giurie. A Sanremo passano i sei o i sette. Un foglietto, ci vuole. Con poche crocette: chi vuoi eliminare. Voti una volta, e stop. Anche via Internet, perchè no? Le giurie costano, la ipsos pure, gli SMS sono soldi freschi. Un po' di televoto ci toccherà sempre.

    Il varietà Vuoi l'astensione benevola della concorrenza che poi dicono rilanci su bonolis, vuoi che è da ottobre che si rulla il tamburo (giustamente), vuoi che lo spettacolo lo merita, è stato un bel festival. E seguitissimo.

    I giovani. la gran parte del gattobaudismo residuo nei corridoi del festival si è annidata nelle proposte della categoria giovani. Una spanna sopra tutti i Negramaro. Dovevano vincere d'ufficio. Forse tutto il Festival. Poi li si è relegati dopo mezzanotte, quasi a coprire le pudenda. comunque l'ultima edizione è stata quella del 2003 e non c'è un confronto. Da ripensare, in ispecie i meccanismi di selezione a camera chiusa che lasciano scontenti molti e fanno malignare altri. E' il mondo vero, bellezze, scopriamo l'ovvio.

    Degli altri, poco male gli Equ, purtroppo molto meglio in studio che sul palco i Modà. Nella media gli altri, compresa la Laura Bono, ben promozionata, che forse rivedremo. Ma l'animale in me l'aveva Marcella, non la Nannini. L'ombra della fine degli Zurawski nel futuro dei La Differenza, ufficialmente senza smile.

    Sui giovani, festival rimandato. I Concido portano una canzone nello stile strofa, ritornello, strofa, ritornello, coro pronto per uno stadio che non c'è e slego alla vasco, ma nessuna eco ha il loro "ci vuole culo". Testimone di un'epoca.

    Il tema dell'Immigrazione. Tenco ci si uccise. Enrico Boccadoro viene ignorato, nonostante proponga un potenzialmente popolarissimo mix di Cutugnismo e Degregorismo. Uno stile da guerra fredda. La storia siamo noi. Sole sul tetto dei palazzi in costruzione, ma quanti amori quali amori.

    l'Accademia di Sanremo. Seleziona Christian Lo Zito, Giovanna D'Angi e Veronica Ventavoli. Il minorenne scalzo, la simpatica oversize che canta con ottime doti vocali quest'anno in versione figlia degli Osbourne, e la Pausinetta che a 25 anni canta di storie liceali con brano che pure a Hong Kong. L'Accademia dei caratteristi. Sull'Accademia di Sanremo Franco Zanetti, direttore di Rockol.it, sulla sua sua recente sperienza in commissione all'Accademia di Sanremo, ha fatto notare come una commissione a prevalenza di formazione classica che seleziona i partecipanti a un’Accademia di musica leggera appare un po’ un controsenso – come mandare una competentissima giuria di gare di ginnastica artistica a valutare i concorrenti di, che so, una gara di tuffi Leggilo su Rockol.it. I concorrenti erano valutati, scrive Zanetti, anche loro con un meccanismo Accademico per intonazione,timbro e presenza scenica. Lucio Battisti non sarebbe mai passato.

    QUESTO NON E'IL SITO UFFICIALE DEL FESTIVAL! I SITI UFFICIALI DEI TITOLARI E ORGANIZZATORI DEL FESTIVAL SONO:
    » Il Comune di San Remo
    » Accademia di San Remo
    » RAI - Radio Televisione Italiana
    » 55° Festival - sito ufficiale

    » Retrospettiva 1976
    » FAQ - Domande e risposte
    » L'errore blu di "Sorrisi"
    » Archivio News 2005
    Le 5 Categorie: Classic | Donne | Uomini | Gruppi | Giovani
    Le classifiche pubblicate sul sito sono definitive, dopo la V serata.

    SABATO 5 MARZO

    VENERDI'4 MARZO

    GIOVEDI'3 MARZO

    MERCOLEDI'2 MARZO

    MARTEDI'1 MARZO

    VERSO SANREMO 2005

    • PERCHE' SANREMO E' SANREMO
    La vera sigla del festival. E il suo significato. ...leggi
    • NON PUNTATE SU DI NOI
    Niente scommesse sul Festival di Sanremo, chiedono i cantanti. ...leggi
    • INTERVISTA COL PIRATA
    Questo criminale che scarica files. ...leggi
    • NESSUN RISCHIO PER PAOLA E CHIARA
    Forse 30 secondi in rete. Ma troppo tardi ...leggi
    • C. COME CAROSELLO
    Il ritorno dell'uomo in ammollo e altri sintomi di metatelevisione. ...leggi gli eventuali abbinamenti del venerdì.
    • VINCITORE ANNUNCIATO?
    Chi è arrivato a Sanremo Papa e ne è uscito cardinale ...leggi
    • S. COME SIGLA
    E, in subordine, I come Italia ...leggi
    • LE CATEGORIE
    Le 5 categorie di Sanremo 2005 ...leggi
    • IL REGOLAMENTO
    Il regolamento di Sanremo 2005. ...leggi
    • PRONOSTICI: I FAVORITI DI GENNAIO
    Era gara a due fin dall'inizio. ...leggi
    • SIGNORI, BIGLIETTI
    5 Gennaio 2005 - Costa 1.200 euro l'abbonamento al Festival. Eeh!?! E niente prevendita online, al massimo via fax. Come gli uffici governativi in India. Dal 10 Gennaio. ...leggi su rai.it

    CURIOSITA' E RETROSPETTIVE

    • DIVORZISTA O ANTIDIVORZISTA
    1974: Iva Zanicchi e la crisi della famiglia. ...leggi
    • 1975: IL TRENTENNALE
    Del 1975, l'anno zero, il Sanremo rimosso. ...leggi
    • SANREMO 1976: UNA RETROSPETTIVA
    Uno sguardo antologico ai capolavori perduti del Festival 1976, l'edizione più erotica, più dimenticata, più nascosta, più hard della storia del Festival di Sanremo! ...leggi
    • IL MISTERO DELLE CLASSIFICHE
    Persi nella storia i risultati completi di almeno sei festival. ...continua
    • I DIRITTI NEGATI DELLE DONNE SALENTINE
    Dolcenera e Cinzia Corrado: vincitrici tra i giovani e mai invitate tra i big. ...continua

    ORMAI E' UN CLASSICO!

    Il salvaschermo di Sanremo 1968
    Tutto il materiale di questo sito è di proprietà dei rispettivi autori. Il materiale iconografico è presente al solo scopo documentale previa citazione della fonte. Festivaldisanremo.com è dal 29.10.1998 un sito INDIPENDENTE, non ufficiale, non a scopo di lucro e non associato alla manifestazione nè alla RAI in alcun modo. Festivaldisanremo.com trasmette da un server che si trova a Columbus, Ohio, USA, ed sono soggetti alle leggi dello Stato dell'Ohio, USA, in quanto compatibili con le giurisdizioni nazionali. Ove non diversamente specificato, © 1998-2005 Eddy Anselmi Festivaldisanremo.com WondersNeverCease
    [cc] Creative Commons License - Some Rights Reserved
    This work is licensed under a Creative Commons License.
    INFORMATIVA nel rispetto della (a nostro parere insulsissima) Legge Italiana (c.d. Legge Urbani), venisse in mente a qualcuno di invocarla - Nel rispetto dell'art. 1, D.L. 72/2004, si avvisa che, in relazione all'utilizzazione del presente contributo, sono stati assolti tutti gli obblighi derivanti dalla l. n. 633/1941, la sua pubblicazione a titolo gratuito essendo autorizzata direttamente dall'autore. In ogni caso si avverte che la riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico dell'opera (si definisce come "opera" l'insieme degli articoli e delle raccolte dati presenti nel sito), in difetto di autorizzazione dell'autore, costituisce violazione della legge, perseguita, a seconda dei casi, con la reclusione fino a quattro anni e con la multa fino a 15'493,70 euro. Il presente avviso è apposto ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute nell’art. 1, comma 1, della Legge 21 maggio 2004, n. 128, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di opere dell’ingegno, nonchè a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo, fino all’adozione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro delle comunicazioni, ivi previsto. Ciò nonostante, l'autore espressamente autorizza la riproduzione, la diffusione e l'uso anche non personale dei contributi originali, con ogni mezzo e su qualsivoglia supporto. La presente informativa, visualizzata in caratteri di corpo non inferiore a quello del testo dell'opera (il colore se lo sono scordati), in calce alla stessa, è parte integrante ed inscindibile dell'opera e la sua rimozione o la riduzione del carattere saranno ad ogni effetto considerati come violazione dei diritti dell'autore e come tali perseguibili a norma di legge. Resta libera, a norma dell'art. 70 l. n. 633/1941, la citazione delle opere a scopo scientifico e la sua riproduzione, anche parziale, ad uso didattico, e potrei continuare dicendo anche delle parolacce, tanto questo elenco del c***zo non lo leggerà un c***zo di nessuno, cacca, piscio, pus e formaggella. I Masai! Là fuori ci sono i Masai incazzati e qui dentro tutti urlano. Ah, sito a carattere non periodico. Tiè.