Lunedì 27 febbraio 2006 - Sanremo soft, come previsto

Segui il festival in diretta su festivaldisanremo.com

Sanremo inTempo reale

Ore 0.39. Escono le classifiche: sono parziali. Tra i gruppi, conducono i Nomadi davanti a Zero Assoluto. Tra le donne, tracollo Oxa e scontato dominio Dolcenera. Ma è di Zarrillo il primo allungo. Zarrillo??

Ore 0.37. Scrivono che la canzone di Cristicchi è tale e quale in un cd di dieci anni fa di tale Simona Cipollone, non a caso l'autrice del brano. Non era inedita nemmeno Roma Spogliata nel 1981, pare.

Ore 0.34. Mell'attesa dei risultati parziali, spieghiamo il curling. L'unico sport dove si scopa in campo. Pensa se c'era il baseball.

Ore 0.22. Tra pochi minuti le classifiche parziali. Intanto, la consueta informazione governativa che tanto si parla di fusioni societarie e nessuno ci capisce niente.

Ore 0.17. Chiudono il Medley i Deasonika, vanno risentiti, Helena Hellwig, la Pausinotta morbidotta, e Ivan Segreto, interrotto da Panariello che gli fa quasi un favore, e porta qualcosina di diverso.

Ore 0.16. La scuola della bandana ha un triste epigono in Tiziano Orecchio, solo che lui aspetta il successo per fare cominciare la ricrescita.

Ore 0.13. Andrea Ori è quello che cammina davanti al mare, ed è venuto dentro a quel mare. L'Aura rischia invece molto seriamente di vincere il Festival.

Ore 0.12. Canta Virginio, e non ci sta dentro. Ecco poi l'amico di Maria De Filippi, già pronto per TeleA, Antonello. Un Fiorello affettato.

Ore 0.09. Della prima Pausini ha i fianchi grossi e la giacca nera, Monia Russo. Si mettono in posa plastico invece gli Ameba 4. Che bella gente, sentenzia Victoria, e invece è Simone Cristicchi.

Ore 0.07. Cantano i primi giovani, parte riccardo Maffoni, l'ex pasticciere di Orzinuovi. Non è un jingle d'ingresso che lo accompagia, sono i TRENTA SECONDI del suo brano. Già si canticchia.

Ore 0.04. Michele Zarrillo era l'ultimo big. Entrano i giovani, dopo mezzanotte, dopo una telepromozione, giusto per fare perdere alle canzoni quell'illibatezza che ne permetterà la vendita, nei negozi e va internet, già domani mattina.

Ore 23.59. Giulia, gli occhiali sul naso, ti sfiora la mente, parla di uomini e donne come solo lei sa e la camera è bassa e la mano piano piano che scende...

Ore 23.53. Gianluca Grignani negli ultimi dieci anni ha ascoltato a ripetizione i primi Radiohead e Vasco Rossi. Non è purtroppo nè l'uno nè gli altri.

Ore 23.50. Se stai con me non c'è bisogno neanche di penzare. Sono gli Zero assoluto, con quella canzone fischiettabile che ci voleva.

Ore siamo in diretta. Segui la prima serata del Festival di Sanremo 2006 su Festivaldisanremo.com: scrivi a temporeale@festivaldisanremo.com

Ore 23.39. Si è vestito come un piccolo bonzo il cantante dei Nomadi. In regia litigano se mostrare le cariche della polizia che sono raffigurate nella clip in sottofondo.

Ore 23.36. I Nomadi richiedono tempo per preparare il palco. Nel 1980 Benigni chiamava il papa Wojtylaccio, nel 2006 Victoria Cabello riceve un SMS finto da Ratzinger che si rammarica dell'assenza di Madonna.

Ore 23.34. La figlia del ciambellaro di Sora è destinata a inchiattirsi: rispetto al suo debutto di 4 anni fa si sta ingrifagnendo, e non c'è pettinatura da Cleopatra che la salverà. Qualcuno sente l'eco del tema di Love Story nel ritornello.

Ore 23.33. Dopo Samara di the ring a san remo...aiuto sta cercando di uscire dal mio televisore, ci scrivono. Per restar in tema di horror manga arriva Anna Tatangelo, agghindata come Gogo di Kill Bill.

Ore 23.28. Per certo, nessuno fischietterà la canzone di Anna Oxa domeni, facendosi la barba.

Ore 23.25. Non è l'ennesima trasformazione di Michael Jackson, è Anna Oxa. Si sente dalla voce.

Ore 23.23. Finalmente il pezzo di Anna Oxa. Specchio specchio delle mie brani, chi è la più Bella del Balcano?

Ore 23.19. La mimica di Luca Dirisio vorrebbe ricordare Robin Williams ma l'effetto è quello di P'aco Dalcatraz quando cantava "mutande".

Ore 23.16. Il Vastese luca Dirisio avrebbe dovuto sedersi al piano. Ai tempi di Battistimogol si osavano parole come "retaggio". Ohhi "fardello" è considerata difficile e scritta a caratteri cubitali come al karaoke.

Ore 23.13. La canzone di Britti è diversa dalla ballata d'amore che di solito porta. Più Kansas city.

Ore 23.05. Mario Venuti e Arancia Sonora sul palco dell'Ariston. Forse la canzone migliore dell'edizione, la più sofisticata, la più attuale.

Ore 22.57. La gara continua. Ci sono gli Sugarfree. Accommiatati con un applauso freddino. Grande paura del palco, e vestiti come l'orchestra della sagra della Patata di Tolè.

Ore 22.52. Mentre Simona Bencini eseguiva la riedizione di un pezzo che non portò fortuna a Filippa Giordano nel 2002, ci fanno notare che lo slogan di Sanremo è "LA FORZA DELLA MUSICA" e invece di musica ce ne è ben poca. Vi sembra strano?

Ore 22.46. Com'è invecchiata la Minetti. No, è Spagna. E' come un mare profondo che non passerà. Aridatece er piccione.

Ore 22.40. Dopo un altro pacchetto di pubblicità, l'educata Simona Bencini. L'arembì, per quanto ci abbia provato anche Irene Lamedica, a Sanremo piace sempre.

Ore 22.35. Per non influenzare le giurie l'esibizione dei cantanti avviene in un'atmosfera asettica. Echi di Piazza Grande nell'uomo delle Stelle di Ron, cui non viene dato il tempo di raccontare la sua storia.

Ore 22.33. Povia è vestito di arancione e fa il verso del piccione. Suggeriamo di recarsi a caccia con il VicePresidente degli USA Dick Cheney.

Ore 22.27. Canta Povia, e ci fa il verso del piccione. E' andato dal parrucchiere e si è piastrato. Un inno all'aviaria che apparentemente sembra una canzoncina giocosa in realtà è pressochè reazionaria.

Ore 22.24. Ilary Blasi saluta "GLI ITALIANI" che ci seguono dall'estero. Qualche anno fa leggevo libro che prendeva in giro i giappinesi che si erano inventati il concetto di "Giapponesità", concetto che in francese o in inglese non esiste. Se uno spagnolo vede Sanremo, non lo salutiamo.

Ore 22.21. Un cammeriere con duetto e posteggiatori con il violino. Ci sono novità, ci sono novità dietro la porta.

Ore 22.18. Email intasata di messaggi sulle sole tre canzoni sentite in un ora e mezzo. Il pubblico vuole le canzoni, e lo scrive. Ecco, arrivano Noa, Carlo Fava e i Solis String Quartet. Carlo Fava non sta imitando Cristiano De Andrè.

Ore 22.16. Scrive Bruno: Ciao sono Bruno, ho 18 anni, volevo informarvi che saremo in molti a non seguire più il festival di sanremo perchè ormai non è più "il vero festival"!! Che significato ha, secondo voi, un festival della conzone italiana senza cantanti napoletani... Ma avete dimenticato che la canzone italiana, in generale, viene da quella napoletana?? Bè, se pensate di continuare così, allora saremo sempre di più a non seguire il festival di sanremo!!!". Caro Bruno, Gigi Finizio che cos'è, curdo?

Ore 22.13. L'intervento del bonghista a parlare in prima persona rammenta lo stile delle interviste di Pier Paolo Pasolini. La canzone è FORTEMENTE debitrice di E la musica va di Eduardo de Crescenzo.

Ore 22.11. Oltre a essere la chicca Sanremese per i telespettatori di TeleA, la cosa più banale dell'operazione Ragazzi di Scampia è il testo.

Ore 22.10. Il coro della scuola Media di Scampia. Quello che canta è il bidello.

Ore 22.02. Travolta ci ripropone la camminata di Tony Manero. Mentre lo fanno ballare come Vincent Vega e rifare pezzetti di ruoli celebri, vi diamo appuntamento alle 22.15 circa.

Ore 21.59. Il pubblico si lamenta che c'è troppa pubblicità sulla RAI. Due canzoni, spot, Travolta e ancora spot. L'hai mai visto il Superbowl negli Stati Uniti?

Ore 21.56. Victoria Cabello, che a Sanremo è stata già nella giuria, ha l'opportunità di essere la vera rivelazione del Festival 2006. Il modello MTV che arriva sul palco dell'Ariston. Welcome to 2006. Che arrivassero anche le canzoni, magari.

Ore 21.54. Nell'Italia del 2006 gli attori famosi erano i benvenuti al Festival di Sanremo. Dovevano fare da spalla al comico o al conduttore di turno, e prestarsi a un siparietto. Travolta non ha ancora detto una parola.

Ore 21.52. Un'eterna gag sulla Blasi che deve tornare a Roma a prendere il ciuccio di Cristian, e spunta fuori John Travolta, che l'aereo lo vuole prendere per davvero.

Ore siamo in diretta. Segui la prima serata del Festival di Sanremo 2006 su Festivaldisanremo.com: scrivi a temporeale@festivaldisanremo.com

Ore 21.43. E abbiamo sentito anche due metri di modella ciancicare in albertonese che ci sono i gruppi.

Ore 21.40. Rimpiango quando una volta le vallette e i presentatore sintetizzavano la canzone o il cantante con un breve tratteggio. Oggi Panariello fa battute da compagno del liceo, e introduce la categoria con frasi secche, all'indicativo. Un'altra modella made in Italy, intanto. Tutto va ben, vedi le modelle.

Ore siamo in diretta. Segui la prima serata del Festival di Sanremo 2006 su Festivaldisanremo.com: scrivi a temporeale@festivaldisanremo.com

Ore 21.36. Era impossibile che DolceNera non si alzasse. Lo fa con una mossetta da Freddy Mercury, per giunta.

Ore 21.34. Esce Dolcenera al piano. Adesso dovrebbe alzarsi e raggiungere il centro del palco. Per ora canta ancora al piano.

Ore 21.30. Torna fuori la Ilary Blasi, e Panariello le chiede di Totti (2)

Ore 21.29. PER TUTTI COLORO CHE VOGLIONO VEDERE SANREMO IN DIRETTA non posso che rinviare sul sito della RAI. La TV non crediamo ci sia, la Radio (Stereo uno e stereo due) crediamo proprio di si.

Ore 21.26. Canta Nicky Niccolai. Un ritornello che parte lento, un'esecuzione da musical. Sottotono, molto sottotono. L'acustica non aiuta. Il contrabbassista, lontano e ignorato, lo portò anche Rossana Casale nel 1989.

Ore 21.24. La presentazione delle quattro donne è stata emoionante come le estrazioni del lotto. Il giochino al laser era sovrabbondante.

Ore 21.23. Alla faccia della par condicio. Qualcuno ha detto di investire in Italia perchè abbiamo le segretarie più belle del mondo, e una bella morettona di Palazzolo sull'Oglio ce lo dimostra.

Ore 21.22. Ilaru Blasi è discretamente secchiona. C'è però nel suono un riverbero da teatro off. Fa effetto "in diretta dal Festival di Biancavilla". Entrano le bellezze Italiane.

Ore 21.20. Entra la Blasi con mazzo di fiori d'ordinanza e Panariello fa la gag su Totti. Il segreto di Panariello è dire cose che magari non fanno ridere ma che tutti capiscono.

Ore 21.19. L'orchestra in basso non rimpiazzata dagli opinionisti di Bonolis fa l'effetto di quei festival degli anni novanta, con la base musicale.

Ore 21.17. "Tiziano Ferro fa suonare il metal detector" dice Panariello. Nel 1980 il presentatore Roberto Benigni poteva dedicare le canzoni del festival ai partiti. La DC era "Solo noi" il PCI "Gelosa" e il Partito Radicale ""Voglio l'erba voglio". Era un'italia meno cattiva.

Ore 21.21. Giorgio Panariello parla del Sindaco di Sanremo Claudio Borea, esponente di una lista civica che governa con il centrosinistra. Per la prima volta, grazie a un'interpretazione estensiva della par condicio, non potrà salire sul palco e premiare il vincitore. Una bella impiegata comunale con quarant'anni di servizio sarebbe un'idea gigantesca.

Ore 21.11. La tintura argentata di Giorgio Panariello sparge riflessi azzurri al celo come il buon Arnaldi Forlani dei tempi che furoni.

Ore 21.10. Un'entrée per Giorgio Panariello. Investito solo di un fascio di luce, più che Broadway sembra il teatro off.

Ore siamo in diretta. Segui la prima serata del Festival di Sanremo 2006 su Festivaldisanremo.com: scrivi a temporeale@festivaldisanremo.com

leggi... Back / Top

Le canzoni di Sanremo


Le 30 canzoni del 2006

 

La festa mesta di Montesilvano

Il commiato festoso e amaro del gruppo d'ascolto Medio Adriatico

leggi... Chi consegnerà le chiavi della città a Piero Mazzocchetti?

Chi entra in conclave papa

Tutti dicevano Zero Assoluto, ma non è la prima volta

leggi... Un'altra clamorosa sconfitta per chi era in testa a tutti i pronostici della vigilia

L'argento di Al Bano figlio della Tv

Il sistema elettorale sbilanciato a favore del televoto ha rischiato di fare vincere il Festival al cantante pugliese

leggi... Le classifiche parziali mostrano che il televoto pesa ben oltre il 30%

Come potete giudicar

Ci confermiamo il paese che ha imparato a comportarsi al Processo del lunedì

leggi... Qualità e scortesia: l'Italia del 2007 è un paese di permalosi

Il padre nobile

Il brano di Cristicchi e quello di Fabrizio Moro sono debitori di qualcosa alla lezione di Francesco Di Gesù, primo e principale punto d'incontro tra stile hiphop e canzone d'autore

leggi... La lezione di Frankie Hi NRG, vincitore morale del Festival 2007

Essi vivono

Quando i numeri ci dicono che lo spettatore medio di Sanremo ha più di 50 anni e vive in Puglia nessuno si sorprenda se Al Bano è secondo e Mazzocchetti è terzo

leggi... L'Italia profonda premia sempre Al Bano

Il giorno più lungo

La lunga vigilia del gruppo d'ascolto Medio Adriatico

leggi... Piero Mazzocchetti in attesa del biglietto d'ingresso per la Storia

Venti canzoni, come una volta

Dopo la cura dimagrante di Mazzi il sabato sera torna un'orgia di canzoni.

leggi... I dati d'ascolto della serata finale

La signora finale

Venti canzoni per un sabato sera all'insegna dell'adrenalina .

leggi... La scaletta della quinta serata

Duetta che ti passa

Arrivano gli ospiti. In particolare uno.

leggi... Verso la quarta serata

La sfilata delle Geishe

Le pagelle del gruppo d'ascolto medio adriatico

leggi... Una festa di piazza

Democrazia a pagamento

Tutti i numeri del televoto

leggi... Costa più del Totip e non si vince niente

Il bagno di sangue

Record negativo. Sbagliati gli ospiti, non l'idea.

leggi... I dati d'ascolto della quarta serata

Semifinali: passano in otto, a casa in dieci

Una durissima semifinale a colpi di televoto

leggi... La scaletta della quarta serata

La grande occasione.

Anche il Festival di Sanremo 2006 sarà testimone di questa fine di stagione, quando faceva ancora freddo e la primavera si faceva aspettare più del solito.

leggi... Come sincronizzare il Festival di Sanremo sul XXI secolo

Chi vince il Festival?

Previsioni sulla Finale e consigli spiccioli per alzare l'ascolto della trasmissione

leggi... In ogni match c'è una storia

Essere una donna- la scheda Cosa vuol dir sono una donna ormai?

Gigliola 2000


Com'è straordinaria la vita- la scheda Con due anni di ritardo, ciò che non riuscì a Cinzia Corrado.

All'inferno e ritorno


Lei ha la notte- la scheda Come arrivare al grande pubblico e riempire i teatri.

Un cero a Sanremo


Tempesta- la scheda In anticamera da anni, approda all'Ariston da solista

Finalmente


Noi non possiamo cambiare- la scheda Ha l'età di Madonna. E' il chirurgo che è diverso.

Italian Style


Processo a me stessa- la scheda Si fa negare al preascolto, oscura il sito internet

L'ultima diva.


Vorrei avere il becco- la scheda Dopo l'uomo volante e l'angelo, il piccione. Tra i favoriti.

In punta di piedi


L'alfabeto degli amanti- la scheda Il ritorno dell'onesto cesellatore neomelodico.

Una vita da mediano


...Solo con te- la scheda Di tanto in tanto ripropone la stessa canzone

Chitarrista innamorato


(sf) Ron

L'uomo delle stelle- la scheda Torna al festival per un amico. E per la ricerca. E ci fa la sorpresa.

La buona causa.


Liberi di sognare- la scheda Dieci anni dopo, continua col suo inoffensivo grido

Il giovane ribelle


Sparirò- la scheda Ci aspettiamo un trito arembì, e Dirisio si mette al piano.

Il ritorno del mascellone


Dove si va- la scheda Era assente dal 1971 la band più longeva della storia.

Il complesso di 43 anni


Svegliarsi la mattina- la scheda E' la band del figlio di Mario Maffucci, non sono i Tiromancino

I raccomandati


Musica e speranza- la scheda Dalle banlieu parte un forte messaggio di riscatto sociale

Canta che ti passa!


Solo lei mi ha- la scheda Partono con i pezzi altrui, poi il successo

Piccole cover band crescono


Un altro posto nel mondo- la scheda Ritratto di uomo che, brevemente lusingato, fugge

Sono un pirata ed un signore


Un discorso in generale- la scheda C'è il duetto, c'è il quartetto d'archi, c'è Noa.

La regina di Saba


Sole negli occhi- la scheda Una rock ballad triste per il pasticciere di Orzinuovi

Quello che fa il Boss


Che bella gente- la scheda Tenta la consacrazione a Sanremo una delle sorprese del 2005

Il Caparezza innocuo


Di luna morirei- la scheda Veronica Ventavoli, Daniela Pedali, Manuela Zanier, Verdiana non hanno insegnato niente

Quella bellina


Irraggiungibile- la scheda Una cantante o un cartoon? Un palmo in più degli altri.

L'apostrofo Aura.


Preda Innocente- la scheda Il bravo cantante dell'Accademia, il solito pezzo di maniera

Quello con la cuffia


Un mondo senza parole- la scheda Gioca in casa, fa le superiori, l'ennesima Pausini dell'Accademia?

Laura di casa mia


Capirò Crescerai- la scheda Puntuale come le tasse, ritorna un Amico di Maria De Filippi

Castrocaro 2000


Con un gesto- la scheda Si è rasato per non confondersi con Cristicchi. Farà bella figura

Il Cantautore


Davvero- la scheda Boris, Riky Anelli, Claudio Fiori, Stefano Ligi non hanno insegnato niente

Quello bellino


Nel tuo mare- la scheda La prima volta di un Assolo maschile al Festival

Mare nero bollente


Non dimentico più- la scheda Il post rock intimista sbarca al Festival

Si ispirano, con giudizio



Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs2.5 License. INFORMATIVA nel rispetto della (a nostro parere insulsissima) Legge Italiana (c.d. Legge Urbani), venisse in mente a qualcuno di invocarla - Nel rispetto dell'art. 1, D.L. 72/2004, si avvisa che, in relazione all'utilizzazione del presente contributo, sono stati assolti tutti gli obblighi derivanti dalla l. n. 633/1941, la sua pubblicazione a titolo gratuito essendo autorizzata direttamente dall'autore. In ogni caso si avverte che la riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico dell'opera (si definisce come "opera" l'insieme degli articoli e delle raccolte dati presenti nel sito), in difetto di autorizzazione dell'autore, costituisce violazione della legge, perseguita, a seconda dei casi, con la reclusione fino a quattro anni e con la multa fino a 15'493,70 euro. Il presente avviso è apposto ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute nell’art. 1, comma 1, della Legge 21 maggio 2004, n. 128, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di opere dell’ingegno, nonchè a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo, fino all’adozione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro delle comunicazioni, ivi previsto. Ciò nonostante, l'autore espressamente autorizza la riproduzione, la diffusione e l'uso anche non personale dei contributi originali, con ogni mezzo e su qualsivoglia supporto. La presente informativa, visualizzata in caratteri di corpo non inferiore a quello del testo dell'opera (il colore se lo sono scordati), in calce alla stessa, è parte integrante ed inscindibile dell'opera e la sua rimozione o la riduzione del carattere saranno ad ogni effetto considerati come violazione dei diritti dell'autore e come tali perseguibili a norma di legge. Resta libera, a norma dell'art. 70 l. n. 633/1941, la citazione delle opere a scopo scientifico e la sua riproduzione, anche parziale, ad uso didattico, e potrei continuare dicendo anche delle parolacce, tanto questo elenco del c***zo non lo leggerà un c***zo di nessuno, cacca, piscio, pus e formaggella. I Masai! Là fuori ci sono i Masai incazzati e qui dentro tutti urlano. Ah, sito a carattere non periodico. Tiè.